Stacks Image 58
Riabilitazione neuromotoria

Riabilitazione Neuromotoria La riabilitazione neuromotoria distinta in: estensiva: quale attivita assistenziale complessa per pazienti che hanno superato la eventuale fase di acuzie e di immediata post-acuzie e che necessitano di interventi orientati a garantire un ulteriore recupero funzionale in un tempo definito e di mantenimento; contenitiva: quale attivita di assistenza rivolta a pazienti affetti da esiti stabilizzati di patologie psico-fisiche che necessitano di interventi orientati a mantenere l’eventuale residua capacita funzionale o contenere il deterioramento. La riabilitazione si avvale di operatori formati e aggiornati con le tecniche piu attinenti alla tipologia dei pazienti trattati (Bobath, Grimaldi, Kabat, Affolter, Neurotension, Maitland). Tra le conseguenze piu comuni delle lesioni cerebrali e dei disordini neurologici in genere ci sono le alterazioni del tono muscolare (spasticita-distonia) e/o le retrazioni muscolo tendinee: entrambe queste menomazioni, potendo comportare un’alterazione funzionale degli arti superiori e inferiori tale da limitarne l'uso nelle attivita di vita quotidiana con conseguente incremento della disabilita, necessitano di esercizi. Esercizi di chinesi passiva ed attiva assistita, riabilitazione posturale, propriocezione, esercizi per il miglioramento del trofismo, riabilitazione respiratoria, massoterapie in casi specifici integrati alla chinesi, esercizi per l’equilibrio ed il training deambulatorio: in particolare i programmi riabilitativi sono condotti autonomamente, nell'ambito di un complessivo progetto riabilitativo e delle rispettive competenze.